Istruzioni campionamento: Acque destinate al consumo umano

Si fa riferimento al metodo APAT CNR IRSA 6010 Man 29 2003 “Metodi di campionamento” del Manuale 29 (edizione 2003)

Contenitori

Contenitori sterili in polipropilene con tappo, con capacità 500, 1000 ml con e/o senza opportune concentrazioni di sodio tiosolfato all’interno della bottiglia per neutralizzare il cloro eventualmente presente nel campione.

Prelievo

  • Lasciare scorrere l’acqua per 5 minuti
  • Chiudere il rubinetto
  • Sterilizzare ove possibile la valvola di scarico o il rubinetto mediante una fiamma di un bruciatore a gas portatile
  • Lasciare scorrere l’acqua per circa un minuto
  • Aprire la bottiglia avendo cura che nulla entri in contatto con le parti interne ed il tappo
  • Riempire la bottiglia senza gorgogliamenti
  • Chiudere bene il contenitore
  • Le bottiglie non dovranno essere riempite completamente, per consentire un efficace mescolamento, e non devono essere in alcun caso risciacquate prima del riempimento
  • Utilizzare dispositivi di sicurezza adeguati ed in ogni caso indossare guanti in lattice monouso che andranno eliminati subito dopo il prelievo

Volumi

Il quantitativo da prelevare è pari ad un litro, con l’aggiunta di un altro litro nell’eventualità di dover quantificare la presenza di legionella.

Avvertenze

  • Durante il prelievo osservare le massime cautele al fine di evitare contaminazione del campione. Evitare che le parti interne del contenitore possano venire a contatto con qualunque fonte di inquinamento. Il contenitore una volta aperto, va prontamente chiuso
  • Evitare di appoggiare il tappo sul terreno
  • In caso di prelievo di matrici diverse (acque potabili, relfue ecc..) iniziare l’attività prelevando i campioni più delicati (acque potabili)