Istruzioni campionamento: Acque reflue

Si fa riferimento al metodo APAT CNR IRSA Sezione 1030 “Metodi di campionamento” del Manuale 29 (edizione 2003).

Contenitori e volumi

Vengono di seguito definiti diversi profili d’analisi, a cui vengono assegnati le rispettive tipologie di contenitore da utilizzare ed i volumi di prelievo necessari.
Profili Parametri Quantità e tipologia contenitori
A CHIMICO/FISICI (uno, tutti o parte di essi) ad eccetto di metalli, idrocarburi e grassi, composti organici volatili, IPA, PCB, pesticidi. Sono necessari 2 litri di campione, in contenitori in plastica con tappo ermetico, riempiti completamente.
B METALLI Sono necessari 50 ml di campione, in contenitori in plastica con tappo ermetico contenenti HNO3. Il prelievo avviene in doppio.
C Composti organici volatili. Sono necessari 40 ml in vials da 40 ml di capacità con tappo a vite riempiti completamente. Il prelievo avviene in doppio.
D Idrocarburi e grassi, IPA, PCB, pesticidi. Sono necessari 2 litri di campione (per ogni parametro di questo profilo), in contenitori di vetro scuro con tappo ermetico, riempiti completamente.
Ai clienti che volessero effettuare il campionamento verranno forniti contenitori adeguati.

Attrezzature

Le attrezzature necessarie al campionamento delle acque sotterranee sono:
  • Manico prelevatore
  • Secchio munito di corda
  • Bottiglia zavorrata
  • Pompa autoadescante con tubazione
  • Secchio della capacità di almeno 10 L
  • Guanti monouso in lattice
  • DPI
  • Contenitori coibentati (frigo portatili)
  • Panetti di ghiaccio
  • Verbali di prelievo
  • Copia del piano di campionamento relativa al campionamento da effettuare
  • Disinfettante spray
  • Contenitori di servizio lavati ed asciugati
  • Rotolo di carta asciugatutto

Prelievo

  • assicurarsi che il prelievo possa essere effettuato in sicurezza
  • indossare guanti in lattice monouso e se necessario guanti in pelle
  • ispezionare visivamente le bottiglie destinate al campionamento
  • verificare la pulizia del frigo
  • effettuare il prelievo nella modalità prescelta utilizzando bottiglie zavorrate, manico prelevatore, pescante o secchio zavorrato munito di corda e formare il campione mediante le varie aliquote nel corso di tre ore come da metodo APAT CNR IRSA 1030 Man 29 2003, avvinando almeno 3 volte i contenitori
  • Addizionare, se previsti; gli eventuali preservanti e/o stabilizzanti nelle quantità opportune (a seconda dei parametri richiesti)
  • Riempire i contenitori necessari a seconda dei profili richiesti
  • Utilizzare dispositivi di sicurezza adeguati ed in ogni caso indossare guanti in lattice monouso che andranno eliminati subito dopo il prelievo, mascherine adatte al tipo di inquinanti con cui si prevede di entrare in contatto
  • Sanificare mediante disinfettante spray calzature e contenitori utilizzati
  • Asciugare il tutto e riporre nei contenitori refrigerati
  • Avviare il datalogger dei frigo portatili

Note

Per il campionamento di acque reflue, è necessario annotare la temperatura del campione al momento del prelievo su un’apposita aliquota.
In caso di campionamento a carico del cliente la temperatura rilevata dovrà essere annotata su apposito modulo e riferita al personale Chemica al momento del ricevimento campioni.